Non sarà facile salire nuovamente sul gradino più alto del podio per il secondo anno consecutivo, ma la notizia positiva è che anche quest’anno c’è un finalista italiano in lizza per aggiudicarsi il premio che Fruit Logistica assegna alla più importante innovazione in ambito ortofrutticolo a livello internazionale.

Tra i 10 candidati finalisti del Fruit Logistica Innovation Award (FLIA), infatti, importante premio organizzato dalla fiera berlinese e giunto alla sua quindicesima edizione, c’è anche il carciofo Violì.

Presentato nel settembre del 2018, il progetto Violì nasce dall’unione delle forze di tre attori: Apofruit Italia – che sarà anche “portabandiera” a Berlino poiché espositore – Cericola e La Mongolfiera del gruppo Fratelli Giardina. Il tutto con il supporto dell’azienda sementiera Nunhems. Si tratta di un carciofo dalle qualità organolettiche superiori, morbido, leggermente violaceo, presente sul mercato per quasi 10 mesi all’anno e coltivato da settembre fino a febbraio in Puglia, Sicilia ed Emilia-Romagna. Il primo anno di commercializzazione è iniziato qualche mese fa, a fine 2019 e quindi siamo ora in piena commercializzazione sia sul mercato italiano che all’estero, in Germania in modo particolare.

I 10 candidati, anche per questa edizione, sono stati selezionati da una giuria di professionisti e verranno giudicati, con il loro voto, dagli oltre 78.000 visitatori professionali che parteciperanno a Fruit Logistica 2020 dal 5 al 7 febbraio nei padiglioni di Messe Berlin. Le 10 innovazioni finaliste saranno esposte durante i tre giorni nell’area espositiva speciale nel foyer che si trova tra i padiglioni 20 e 21. Durante i primi due giorni di fiera i visitatori potranno votare il loro favorito, mentre i vincitori nelle categorie Oro, Argento e Bronzo saranno poi svelati nel corso della cerimonia di premiazione che si terrà l’ultimo giorno di fiera, venerdì 7 febbraio 2020, alle ore 14.30, sempre nel foyer tra i padiglioni 20 e 21.

Fonte dell’articolo: MyFruit

Scroll Up